Tecnica ed Elaborazioni mer 03 marzo 2021

GARMIN ZUMO XT. La tecnologia al servizio dell'avventura

Quando si parla di novità in arrivo nei settori a cui maggiormente ci sentiamo legati, l'udito aumenta la capacità di percepire qualsiasi "rumors" e la vista di scorgere qualche anticipazione:

come sarà? Avranno finalmente incluso questo e quest'altro? Sarà migliore del mio? Ne varrà la pena?

Quando parliamo di Garmin, poche altre marche si possono fregiare di tanto potere da poter assicurare una risposta positiva alle domande di cui sopra. Da più di quarant'anni, il leader nel settore gps-sat difficilmente delude i propri clienti affezionati. E, ancora una volta, pare che Garmin abbia lanciato sul mercato l'ennesimo "game changer": il nuovo Zumo XT.

Ciò che salta più all'occhio è il nuovo schermo cap-touch (capacitivo e non più resistivo come i precedenti) ad alta definizione e luminosità da 5,5" e a doppio orientamento.

L'avvento di smartphone sempre meno costosi ma con caratteristiche più che valide per la navigazione a due ruote (e non…) tra cui chip performanti, impermeabilità e resistenza a polvere e cadute... sui quali poter installare applicazioni ben poco costose - o addirittura gratis - hanno fatto alzare le antenne da tempo al settore tecnologico cercando di spodestare i colossi della navigazione gps-sat come Garmin.

In risposta, ecco un prodotto nuovo e performante, meno goffo dei precendenti navigatori che ci hanno accompagnato per un sacco di avventure.

Il nuovo Zumo XT ha uno schermo che non può non attirare l'attenzione, ma sarà funzionale? Lo schermo è perfettamente leggibile sotto i raggi del sole (preoccupazione principale) e utilizzabile anche con i guanti indossati, altro punto importante.

È progettato per reggere a qualsiasi condizione meteo ma soprattutto alle vibrazioni più volente, deleterie per gli smartphone che in poco tempo si ritrovano fotocamera e componenti quasi inutilizzabili. È resistente inoltre a eventuali spruzzi di carburante, all'esposizione prolungata al sole, a sollecitazioni e cadute.

Dietro lo schermo, un processore performante consente all'utente di scegliere differenti tipologie di navigazione, di connessione, di ricerca… nonché di mantenere traccia delle manutenzioni periodiche e di viaggiare in totale sicurezza grazie al sensore di caduta che, se attivato e configurato, invierà un sms di allerta ad amici o familiari con l'ultima posizione conosciuta (sconsiglio di attivarlo facendo enduro, se non da soli, per non allarmare le persone per ogni volta che vi cade la moto).

La sicurezza

Per quanto riguarda la sicurezza, il nuovo Zumo XT mantiene come i suoi predecessori la possibilità di essere avvisati in prossimità di curve a gomito, scuole, passaggi a livello, autovelox e zone pericolose.

Ciò che implementa, è la possibilità d'interfacciarsi con i navigatori/beacon satellitari della serie InReach per essere sempre rintracciabili ovunque nel mondo attraverso la rete satellitare Iridium, poter condividere la propria posizione in real time a diverse distanze temporali e lanciare un SOS premendo un bottone, il quale attiverà un protocollo di S&R (search and rescue) immediato attraverso la centrale operativa GEOS 24/7 (consiglio nel caso l'attivazione di una assicurazione all'uopo per evitare sorprese in caso di SOS).

Nel corso di viaggi particolarmente lunghi, un avviso dedicato suggerisce all’utilizzatore quando è il momento di fare una pausa, indicando contestualmente le possibili aree di sosta nelle vicinanze.

Il nuovo Zumo XT viene fornito con tutti gli accessori per una rapida installazione sulla moto, inclusi i cablaggi per l’alimentazione dall’impianto di bordo. In alternativa a questi ultimi è possibile affidarsi alla batteria che, nel nuovo modello, garantisce fino a sei ore di autonomia (addirittura fino a 3,5 ore con la retroilluminazione impostata al 100%).

Per quanto riguarda le possibilità di navigazione, lo Zumo XT si affaccia maggiormente all'aspetto fuoristradistico rispetto ai precedenti, anche senza sovrapporsi alle specifiche serie Montana o all'evergreen 276cx.

Sempre presente, ma migliorata, l'opzione di navigazione "Adventurous routing" che consente di navigare da un punto a un altro non solo scegliendo la rotta più breve in termini di tempo o di chilometraggio, ma anche la più divertente e scenica.

È infatti possibile selezionare anticipatamente che percentuale di curve e pendii affrontare (includendo, se vogliamo, anche strade sterrate) scoprendo il fascino di strade panoramiche che probabilmente non avevamo nemmeno mai preso in considerazione.

Le mappe

Per un migliore utilizzo in offroad, o per i più avventurosi, il nuovo Zumo XT include già la mappa Topo Active Europa precaricata selezionabile con un click: in questo modo possiamo passare dalla visualizzazione stradale a quella topografica in un baleno. In aggiunta, la novità di poter accedere gratuitamente alle immagini satellitari BirdsEye del tracciato che andremo ad affrontare. 

Restano le funzioni Round Trip e Track Back, coltellino svizzero di molti motociclisti: la prima ci consente di creare un tour circolare del chilometraggio desiderato.

La seconda di tornare indietro sullo stesso percorso effettuato all'andata, proprio grazie all'essere dotato di un registratore tracce grazie al quale poter condividere le uscite con i nostri amici dal dispositivo stesso o tramite il nostro smartphone o computer attraverso la app Garmin Explore, strumento per lo storage nel cloud di dati e percorsi.

A livello ludico, è possibile anche la navigazione a moltissimi punti d'interesse "POI", tra i quali quelli iOverlander, Foursquare e Trip Advisor.

Con la applicazione Garmin Drive è inoltre possibile connettere lo Zumo XT al nostro smartphone in modalità wireless per accedere a molte funzionalità, tra le quali: avere informazioni sul traffico in tempo reale, sulle condizioni meteo, notifiche di social ed e-mail… Grazie al Wi-Fi tutti gli aggiornamenti possono essere fatti direttamente, senza necessità di connettere il dispositivo al computer.

Come nella serie precedente, è possibile caricare mappe Open Street Maps, nonché importare ed esportare tracce, percorsi e waypoint via bluetooth da qualunque dispositivo.

I costi

Il prezzo di listino di Garmin Zumo XT è di 499,99€.

Testo: Andrea "Fast" Scaramuzza

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più